CLIL

Storia CLIL:

The Ancient Greece

  Educazione fisica CLIL - Physical Education and Sport Science CLIL: 

"Sweet Gym" (Una sessione di ginnastica quasi standard)

"The autumn dance"  (Cantiamo e balliamo in English)

"Our own exercise" (I NOSTRI esercizi)

"The winter dance"  (Cantiamo e balliamo in English)

Games in the garden: "1, 2, 3, star!"; "The witch says colour..."; "Capture the flag!" (I classici giochi da cortile rivisitati... in English!) 
   

LA METODOLOGIA CLIL

Il termine CLIL è l’acronimo di Content and Language Integrated Learning (apprendimento integrato di lingua e contenuto) e si riferisce a un approccio metodologico che consiste nel trasmettere contenuti non linguistici in una lin- gua straniera, al fine di favorire l’apprendimento sia dei contenuti presentati, sia della lingua straniera stessa. Nel recente documento della Commissione Europea Promoting Language Learning and Linguistic Diversity: An Action Plan 2004-2006 (COM 449 final - Brussels, 24.07.2003) si riconosce all’Apprendimento Integrato di Lingua e Contenuto un ruolo decisivo nella realizzazione degli obiettivi dell’Unione Europea in termini di apprendimento delle lingue.

Modello operativo

Facilitazione della comprensione in L2 attraverso:
  • ambiente rassicurante in cui lo studente possa esprimersi senza l’ansia della prestazione (in contesto CLIL l’accento va posto sul contenuto, sulla fluency, sull’output comprensibile, piuttosto che sulla correttezza grammaticale);
  • pre-teaching vocabulary (introduzione di lessico specifico prima dell’inizio delle attività per facilitare la comprensione del contenuto disciplinare);
  •  utilizzo di lessico, strutture e funzioni linguistiche adeguate all’età;
  • rinforzo di strutture linguistiche già consolidate;
  • uso di supporti visivi e linguaggio mimico-gestuale;
  • code-switching (ossia passaggio da una lingua all’altra come strategia)
  • naturale di comunicazione per chiarire un concetto, sbloccare una situazione o introdurre una tematica complessa);
  • controllo costante dei progressi e feedback;
  • ricorso a ridondanza, riformulazione ed esemplificazione per facilitare l’assimilazione di lingua e contenuti. 
È importante sottolineare che l’approccio CLIL non sostituisce l’apprendimento formale della lingua, indispensabile e insostituibile per acquisire competenze linguistiche, ma lo arricchisce e lo sostiene